Blog

Spot radiofonici estate 2016: per sentirsi un po' in vacanza

Il caldo è intenso e il climatizzatore da queste parti è assente, anche se ci fosse poi non potrei accenderlo perchè il rumore entrerebbe nelle registrazioni. Insomma, ho molteplici motivi per avere ben presente che è estate, anche grazie agli spot.

In questo 2016 ho prodotto un sacco di spot radiofonici estivi, ed essendo un po' che non aggiorno il blog per mancanza di tempo (il mio amico Paolo Verdiani mi sgriderà), ho voluto regalarvi una ristretta selezione di pubblicità per l'estate, giusto qualche ora prima di partire per una settimana di relax (no, non porto nemmeno il microfono USB).

"Le parole sono importanti!"

Ricordo, anni fa l'incontro piacevolissimo con un famoso doppiatore italiano con cui ho fatto un breve corso sull'uso delle parole e della voce.

Era particolarmente meravigliato del fatto che fossi andato da lui perchè volevo parlare meglio, mi spiegò che avrebbe tanto voluto sentire un'affermazione del genere pronunciata da un giornalista.

Interviste alla radio: Roberto Drovandi, bassista degli stadio

A 2 giorni dalla finale del festival di Sanremo 2016 che ha visto vincere gli stadio con la loro Un giorno mi dirai, mi accorgo di esser stato un po' un precursore.

Il 27 gennaio avevo fatto una piacevole chiacchierata su Radio Vela (Agrigento) con Roberto Drovandi, il bassista degli stadio che si è anche recentemente raccontato in un'intervista al Corriere.

Corsi di dialetti

Riprendo volentieri una notizia degli ultimi giorni pubblicata da ADN Kronos che riporta al centro dell'attenzione la miriade di dialetti italiani.

Sì, perchè nel nostro paese parliamo in modo diverso anche a distanza di pochi chilometri, basta spostarsi da un paesino ad un altro per scoprire nuovi modi di dire, inflessioni. Eppure purtroppo l'associazione pro loco italiane sottolinea il rischio di perdita del dialetto in almeno 2800 borghi in favore, appunto dell'italiano "autentico". Ma siamo sicuri di voler perdere davvero una caratteristica culturale cosi' importante?

Tanti auguri, tante voci

E anche quest'anno ci siamo. Il natale 2015 è alle porte e noi tutti si invecchia di un anno, non senza esserci augurati buone feste.

Gli anni scorsi ero solito realizzare un piccolo clip audio con la mia voce per dirvi un semplicissimo buon natale, quest'anno voglio invece abbracciare l'iniziativa di un mio amico e collega, Max Duprè che ha realizzato un video con le voci di tanti miei colleghi radiofonici e non. Tra questi ovviamente ci sono anch'io, un improbabile babbo natale ringiovanito e senza barba.

Il mio omaggio a Radio Incontro Sport, 105.8 a Roma

Speravo di tornare a scrivere su queste pagine qualcosa di positivo, visto che tra l'altro era un po' che non aggiornavo il blog.

Questo post ha invece un mood inevitabilmente un po' triste, non è mai piacevole dare l'addio ad una emittente, specialmente se storica.

Clienti