Blog

26/01/2008: improvviso una melodia

Sono le 2 e 18 minuti. Il sonno era arrivato prepotente, ma come dicevo qualche giorno fa ad una persona forse le zanzare romane si sono equipaggiate coi montoni... e così, dopo esser stato interrotto più volte sembra esser tornato da dove era venuto... e allora scrivo un bel post, così vi aggiorno un po'.

Abolita la classifica dei singoli più venduti in italia

Torno a parlare di musica, radio ecc: La musica nostrana perde sempre più pezzi, la Fimi ha infatti abolito la classifica dei singoli italiani più venduti. Questo già dalla scorsa settimana, e il sottoscritto ne ha subito direttamente le conseguenze.

Se ricordate infatti domenica 25/11 avevo scritto con grande entusiasmo nella sezione "news" che avrei condotto la Onda libera top chart, appunto la classifica dei singoli italiani più venduti.

La prima diretta su Onda libera

E tante altre emozioni...Terminata la pausa natalizia, è giunto il momento di fare sul serio: e allora mi rimbocco le maniche e mi rimetto a lavoro per crescere sempre di più, col solo ed unico scopo di diffondere sempre di più la mia voce e di tirare fuori produzioni di qualità.

Questi non sono obbiettivi da poco, ma sento di potercela fare. A questo proposito ieri 12/01 è stato il giorno della mia prima diretta su Onda libera.

Zero sight, il primo simulatore di volo per non vedenti

E il primo... audio game a cui presto la voce. Chi mi conosce bene sa quanto io mi diverta a smanettare col computer, quanto io faccia uso di questo strumento per gli scopi più disparati (lavoro compreso).

Tutto questo interesse e questa voglia di apprendere sempre cose nuove legate all'informatica sono dati un pò dalla mia passione, ma anche un pò dal mio handicap. Alcuni di voi infatti sapranno che sono non vedente, e come tale utilizzo il computer attraverso una sintesi vocale che legge tutto cio' che appare sullo schermo.

Buon 2008!

Il nuovo anno è alle porte, è dunque giunto il momento di tirare le somme. Lavorativamente parlando trovo che questo sia stato un anno molto produttivo, in particolare un anno che mi ha permesso di capire quanto potrò aspettarmi da questo 2008.

Tanto per cominciare ho imparato a capire che questo è un lavoro fatto di alti e bassi: ci sono dei giorni in cui mi stupisco per il "buon lavoro" (De Domenico docet!) che mi viene commissionato, altri in cui proprio mi sento letteralmente inutile, insicuro, incapace.

Buone feste a tutti!

Anche questo Natale 2007 è arrivato, ed è quasi giunto il momento di fare un resoconto di quest'anno. Voglio approfittare di questo spazietto per augurarvi buone feste e un felice anno nuovo.

Mi risentirete subito dopo Natale quando proverò appunto a tirare le somme di quest'anno, per poi sentire la mia mancanza dal primo al 6 gennaio.

Clienti